Counseling

Cos’è il counseling?

counseling

Ascon lo definisce così: è una forma di relazione d’aiuto nella quale la persona viene aiutata ad individuare, definire e raggiungere i propri obbiettivi, chiarificando il proprio scenario interno ed esterno, in termini di motivazione, risorse, resistenze e conflitti e ad esprimere maggiormente le proprie potenzialità.


La professione del Counselor è rivolta a persone che si trovano, inoltre, a fronteggiare un momentaneo stato d’instabilità dovuta a difficoltà relazionali, blocchi emotivi, insicurezza nell’assumere decisioni importanti, situazioni di cambiamento dovuti a perdita di lavoro, separazione, ecc., che necessitano di un ascolto accogliente ed empatico, riservato, così da ritrovare in sé stesse l’energia e l’equilibrio necessari per ristabilire il benessere nella propria vita.

Cos’è per me il counseling

Un tratto di strada percorso insieme.

Ogni colloquio, ogni incontro, ogni lavoro svolto insieme è per me un cammino fra due persone.
Cammino nel quale ti accompagno lungo la strada, sostenendo il tuo passo, seguendo il tuo ritmo, ed accogliendo la scelta della tua direzione, conversando, o rimanendo semplicemente in silenzio.


La strada da intraprendere ed ogni singolo passo che vuoi compiere rimangono scelte tue, che semplicemente accolgo standoti accanto come un compagno di viaggio. Non posso scegliere per te, non posso camminare per te, ma posso farti compagnia, col cuore aperto, per un pezzetto di strada mentre cammini o dipingi sempre più consapevolmente la tua tela.

Come si svolge in pratica

Ogni incontro o colloquio ha una durata di circa 50 minuti ed in un percorso, indicativamente, si possono effettuare dieci / dodici incontri. L’intervallo fra un incontro e l’altro viene stabilito insieme, generalmente agli inizi si effettua un incontro ogni settimana.

La modalità di colloquio può essere in presenza, rispettando tutte le normative vigenti, od online, tramite piattaforma a scelta fra zoom, google meet, whatsapp, telegram, skype.

Gli strumenti

Nel colloquio, lo strumento principale utilizzato è la maieutica, ossia l’utilizzo di riformulazioni, domande e parole atte a far emergere le risposte direttamente in te, e quindi far nascere la tua verità profonda.
Possono essere usati anche strumenti ulteriori come

  • la metafora: che permette di esplorare il mondo interiore con l’uso della fantasia, e quindi eliminare o ridurre le barriere che ostacolano il raggiungimento delle proprie risposte.
  • la creazione dell’albero psico-genealogico: con esso si ricostruisce la storia familiare, secondo il modello ideato da Antonio Bertoli, per portare in evidenza quelle strutture, spesso inconsapevoli, che ci sono state lasciate in eredità dal modello familiare
  • il mandala: una “fotografia” del mondo interiore di una persona in chiave simbolica.
  • il collage d’immagini: un aiuto per chiarire e focalizzare una situazione o una relazione con l’utilizzo di immagini.
  • l’atomo sociale: un modo chiaro per visualizzare le proprie relazioni con persone e situazioni.
  • La meditazione: uno strumento molto efficace di autoconoscenze e di introspezione.

Tutti questi strumenti servono unicamente per portare chiarezza e far emergere le risposte che hai già in te, aiutandoti a focalizzare e concretizzarle.

Prenotazione

Per prenotare un colloquio trovi qui specificati i miei contatti.

Prenota un colloquio

Clicca il pulsante di fianco per prenotare direttamente online

Attestati ed associazioni

Sono iscritto, come counselor professionista, al registro di categoria di AsCON. Sia qui, che sul sito dell’associazione potete consultare il codice deontologico.

Print Friendly, PDF & Email