primo dell'anno 2023

Riflessioni sul nuovo anno

Devi aggiungere un widget, una riga o un layout precostruito per poter vedere qualcosa qui. :)

Riflettevo sul cambiamento, sui propositi del nuovo anno.
Spesso si sente parlare di cambiare, di rinnovarsi, di migliorare. E sono ottimi propositi, ma cosa significa cambiare?

Ogni cosa cambia ogni istante. Il cambiamento è parte integrante della vita.

Quindi è forse più utile pensare al come.
Come cambio? Qual è il cambiamento migliore per me? O qual è la direzione che voglio dare al mio continuo cambiamento?
Ecco che queste domande mi aiutano a focalizzare la riflessione e focalizzare la direzione migliore.

Direzione che per me è sempre più quella del cuore, della libertà, dell’amore verso me e verso la vita tutta e verso tutti. Ogni giorno incontro difficoltà, dubbi, pensieri anche negativi od oppressivi. Ed è in questi momenti che riporto il respiro al cuore, per ascoltare ciò che di profondamente vero c’è e cosa invece va lasciato andare perché non più utile. Lasciar andare anche con difficoltà, ma seguendo la saggezza del cuore, saggezza sostenuta ed illuminata da un silenzio interiore sempre più profondo.

L’anno trascorso è stato in questo molto impegnativo, ma anche per questo mi ha insegnato tanto, ed ora sento che il cammino da percorrere è più luminoso, anche se non lo conosco, mi lascio guidare in ogni passo da ciò che sento vivo, sostenuto da tanti amici, e maestri che mi guidano, incoraggiano aiutano e consigliano. Mi sento molto fortunato e grato per questo.
Ed ecco che anche questo mi da la direzione: per essere felice, per essere sempre più capace di camminare a fianco di questi amici e maestri e non solo farmi guidare, per essere io stesso aiuto sempre più saldo e puro per gli amici, per chi mi è vicino e per chi ne avrà bisogno. Perché vedo che poter concretamente aiutare a sorridere gli altri, aiuta a fare sorridere si gioia anche me.

Questa è la direzione che voglio, quella dell’Amore e del Bene, per me e tutti.

Buon anno 🌟

Print Friendly, PDF & Email

Posted by Alberto Soverchia

Rispondi