Scelta

Scelta

Come scegliere al meglio?

Più che come scegliere io mi domanderei: da quale parte di me arriva la scelta? Da che spazio interiore sto scegliendo? Come mi sento in questa scelta? Quali sono le ragioni più intime di questa scelta?

Per come la vedo siamo un calderone immenso pieno di roba, memorie più o meno antiche, vissuti, emozioni, pensieri, tante influenze che ci rendono quel che siamo. Le scelte nascono quindi da una o più di queste influenze, in base a quale in quel momento è la più forte, quale delle nostre memorie è stata solleticata di più dalla situazione attuale che ci chiede di scegliere.

Quando arriva il momento di scegliere portiamo attenzione a quale parte di noi in quel momento sta scegliendo. Provando a non giudicarla, ma solo a portarvi attenzione. Come se mi osservassi dall’esterno provo a vedere la radice di quella scelta, la causa o motivazione che mi han portato a scegliere una cosa invece di un’altra.

Con un po’ di tempo ed esercizio accade una cosa magica: si inizia a vedere con più chiarezza che alcune delle nostre scelte non sono proprio “nostre” e naturalmente queste cambiano direzione. È come osservare un menù in un ristorante esotico, dove inizialmente non conoscevamo nulla, neanche la lingua in cui era scritto il menù. Ogni sapore era nuovo e si ordinava a caso puntando il dito sulla voce del menù. Con l’esperienza e l’attenzione, si inizia ad imparare a leggere le varie voci ed associarle al piatto e quindi conoscere i vari sapori e pietanze.

Le decisioni prese cambiano gusto, si è più partecipi in quella scelta ed il risultato è una sensazione maggiore di libertà ed appagamento ( e ci si gusta il piatto voluto!).
Con la continua attenzione, presenza ed ascolto, si è spostata l’origine che fa scaturire la scelta da un punto sconosciuto del calderone di sopra ad uno conosciuto e naturalmente più sano.

Tanto più siamo continuamente presenti a noi, tanto più questo portare attenzione alle scelte diviene spontaneo e semplice e naturalmente arriverà l’azione migliore.

Quindi prima di scegliere fermiamoci un attimo, facciamo un bel respiro ed immergiamoci in noi, e solo poi, lasciamo che la scelta emerga.

Buona settimana!

Vi aspetto stasera per la diretta di meditazione.

Un abbraccio

Print Friendly, PDF & Email

Posted by Alberto Soverchia

Rispondi