emozioni

Semi

seed_of_life2Siamo come dei semi, in questo continuo attimo presente,  in ogni istante capaci di esprimere tutto il nostro potenziale.

Dimentichiamoci del passato, lasciamo andare il fardello che portiamo, è inutile, anzi dannoso. Siamo, in questo preciso momento, non viviamo nel passato, né in un possibile futuro. La vita è qui ed ora. Legàmi che ci imprigionano, liberiamocene. Sono inutili. Paure e preoccupazioni, ma di cosa? Se ci guardiamo dentro, queste sono solo piccole ombre sulle quali possiamo far luce in ogni istante. La nostra essenza è vita, è amore, il resto lasciamolo andare.

 

 

Posted by Alberto Soverchia in pensieri

Grazie!

Uno degli insegnamenti più difficili e più belli che abbia avuto in Thailandia è stato quello di ringraziare e lasciare andare i nostri Demoni. Quanti ne abbiamo e quanti ne affrontiamo ogni giorno, dal più piccolo a quello che ci portiamo dietro da una vita. E quanta energia che ci tolgono!

Rabbia, paura, frustrazione, invidia, gelosia…. Tante emozioni che nascono dalle nostre insicurezze. Perché abbiamo paura? Perché siamo arrabbiati? Perché proviamo invidia o gelosia nei confronti di una persona? Non lasciamoci sopraffare, osserviamo ogni emozione che nasce, senza che questa prenda il sopravvento. Ringraziamola per esser venuta e per aiutarci a capire dove possiamo migliorarci e rafforzarci e quindi lasciamola andare.

Non è facile all’inizio. Non siamo abiutati ad osservarci. Eppure è possibile e più ci osserviamo, più risulta facile lasciar scorrere quel che ci capita per rimanere sempre più in pace. Tutte le emozioni si sviluppano e nascono perché abbiamo qualche parte di noi che ancora non conosciamo o non ci piace o ci fa paura. L’idea che normalmente si ha è che sia una situazione esterna o una persona che ci fa arrabbiare, o che ci crea disagio. Eppure ciò che ci accade intorno non ha connotati positivi o negativi, è il nostro essere in quel momento che ci fa vedere le cose in un certo modo. Ricordatevi quando vi siete innamorati, pensate alle sensazioni di quel momento, tutto è più semplice e bello. Ora pensate a quando siete arrabbiati o tristi, ogni cosa che vi accade intorno risulta difficile, pesante e contro di noi. Questo perché vediamo e percepiamo attraverso un filtro, creato dalla nostra mente e dalle nostre emozioni. Imparando ad osservare ed osservarci, riusciamo a notare queste emozioni e non lasciarci controllare da esse, al contrario possiamo vederle come spunti di riflessione ed alleate per migliorarci. Sono anch’esse maestri che ci guidano nel cammino, facendoci notare quando stiamo andando un po’ troppo fuori dalla strada, o stiamo correndo troppo o troppo poco ;)

Per questo ringraziamo i nostri demoni, ogni giorno ed ogni momento, diverranno i nostri compagni di viaggio finché non impareremo a camminare felici da soli.

Posted by Alberto Soverchia in pensieri